Premio Prospettiva Danza Teatro 2015

Logo-Premio-Prospettiva-Danza-Teatro-2015-610x359Progetto di Residenze Coreografiche

Sesta edizione

Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Padova

Padova, Sala del Ridotto del Teatro Comunale G. Verdi, Via del Livello 32

È oramai giunto alla sua sesta edizione il Premio Prospettiva Danza Teatro 2015, che l’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova promuove nell’ambito dell’omonima rassegna: un progetto di residenze coreografiche per la realizzazione di lavori sulla danza contemporanea. L’iniziativa vuole sostenere la ricerca e promuovere creatività e talento, offrendo la possibilità a coreografi residenti in Italia di realizzare e presentare il proprio lavoro al pubblico, candidandosi al Premio Prospettiva Danza 2015. Con l’istituzione del Progetto/Premio, la città di Padova si riconferma come fucina dell’innovazione artistica e comunità aperta alla sperimentazione e alla ricerca. La prestigiosa sala del Ridotto del Teatro Comunale Giuseppe Verdi ospiterà quattro coreografi, appositamente selezionati, che potranno in periodi prestabiliti lavorare ad una creazione che verrà valutata e premiata da una giuria internazionale, formata da coreografi, direttori artistici ed operatori. L’assegnazione del Premio ha lo scopo di poter garantire una continuità al lavoro di ricerca favorendone anche la circuitazione.
Il progetto delle residenze coreografiche e l’istituzione del Premio aggiungono un ulteriore prezioso tassello al programma artistico di Prospettiva Danza Teatro, evento da sempre vicino alla promozione della danza contemporanea e al dialogo fra linguaggi artistici diversi: dalla danza al teatro, dalla musica al cinema e alle arti visive. Sensibilizzare l’attenzione e il dialogo del pubblico verso la danza d’autore offre possibilità concrete a giovani artisti, rappresentando un punto di partenza significativo verso una valorizzazione della qualità del lavoro coreutico legato al territorio.

Scadenza presentazione candidature: 20 febbraio 2015

Scarica il bando

ItalianoEnglishDeutsch – Francais

Scarica la scheda di iscrizione

Italiano

Risultati Pre-Selezione

Serate Conclusive

Selezionati i quattro finalisti tra le trentadue adesioni pervenute dall’Italia e dall’estero per la VI^ EDIZIONE del PREMIO PROSPETTIVA DANZA TEATRO.

Selezionati i quattro giovani coreografi finalisti per la VI edizione del Premio Prospettiva Danza Teatro promosso dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.
Sono stati trentadue i progetti inviati da giovani coreografi provenienti dall’Italia e dall’estero che hanno aderito alla VI edizione del Premio Prospettiva Danza Teatro, progetto di promozione della giovane coreografia contemporanea quest’anno divenuto di respiro internazionale, realizzato dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, in collaborazione con il circuito regionale Arteven e la direzione artistica di Laura Pulin ideatrice dello stesso. Gli autori intenzionati a realizzare un progetto di danza contemporanea che hanno colto l’opportunità offerta dall’edizione 2015 del Premio provengono da: Campania, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto e Vienna (A).

Tra le domande di iscrizione la Commissione ha selezionato i quattro coreografi finalisti che, dopo aver svolto la residenza coreografica in programma dal 2 all’8 maggio, presenteranno il risultato del loro lavoro alla presenza del pubblico e di una Commissione che proclamerà il vincitore 2015.

I finalisti di questa Vi edizione del Premio sono: Camilla Monga di Vicenza con Mecanique, Davide Calvaresi di Offida (Ascoli Piceno) con Map, Francesca Foscarini di Verona con La vocazione all’asimmetria e Valentin Knuffelbunt Alfery da Vienna (Austria) con The fear of missing out.

Sabato 9 maggio ore 17 e domenica 10 maggio ore 21 i finalisti presenteranno le loro creazioni al pubblico e alla Commissione giudicatrice composta da Gilberto Santini (Presidente di Giuria), Andrea Hein, Emanuele Masi, Marino Pedroni  e Laura Pulin.

Nella serata di premiazione di domenica 10 maggio la Commissione proclamerà il vincitore che si aggiudicherà il primo premio di 5000 euro, utili a dare continuità al progetto presentato, e verrà inserito di diritto nella programmazione dell’edizione 2016 di Prospettiva Danza Teatro.  Infatti nell’ambito di Prospettiva Danza Teatro 2015 la Compagnia della Quarta, presenta lo spettacolo Dust – Polvere coreografia di Mario Coccetti, Vincitore della V Edizione del premio.

PREMIO PROSPETTIVA DANZA TEATRO – VI EDIZIONE proclamato il vincitore 2015

Dopo due serate di grande partecipazione di pubblico – sabato 9 e domenica 10 maggio alle ore 20.45 nella Sala del Ridotto del Teatro Comunale G. Verdi – il 10 maggio è stato proclamato il vincitore del Premio Prospettiva Danza Teatro 2015, quinta edizione del progetto di promozione della giovane coreografia contemporanea italiana realizzato dall’Assessorato Cultura e Turismo del Comune di Padova con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, in collaborazione con il circuito regionale Arteven e la direzione artistica di Laura Pulin ideatrice dello stesso. Domenica 10 maggio, a seguito della residenza coreografica hanno presentato i loro lavori i quattro finalisti: Camilla Monga di Vicenza con Mecanique, Davide Calvaresi di Offida (Ascoli Piceno) con Map, Francesca Foscarini di Verona con La vocazione all’asimmetria e Valentin Knuffelbunt Alfery da Vienna (Austria) con #FOMO The fear of missing out.

La Commissione giudicatrice – presieduta da Gilberto Santini e composta da Andrea Hein, Emanuele Masi, Marino Pedroni e Laura Pulin – ha voluto innanzitutto esprimere la propria soddisfazione per l’alto livello qualitativo e progettuale dei lavori, che è stata chiamata a giudicare, apprezzando in maniera particolare il fatto che il Premio abbia rappresentato una preziosa occasione d’incontro tra artisti, favorendo scambi e fusioni tra poetiche e immaginari.

Incontro che fonda il progetto MAP di Davide Calvaresi con Irene Russolillo, che rappresenta un ottimo esempio di amalgama tra le capacità visionarie e performative dell’uno con il ricco vocabolario coreografico e la sapienza d’interprete dell’altra.

Il lavoro #FOMO di Valentin Alfery è stato apprezzato per la capacità di declinare un linguaggio tipicamente urbano in nitide forme sceniche, ben supportato dalla energia e dalla tecnica degli interpreti.

Anche LA VOCAZIONE ALL’ASIMMETRIA di Francesca Foscarini segna l’incontro tra due interpreti di solida esperienza, apprezzabile per la decisione della coreografa di aprirsi all’altro dopo aver concentrato finora il lavoro su stessa, con ottimi esiti.

In MECANIQUE Camilla Monga costruisce un linguaggio estremamente codificato, che trova motivo di interesse nella meccanica sonora alla base del gioco tra corpi e oggetti, offerti entrambi allo sguardo dello spettatore nella loro – solo apparente – semplicità.

MAP di davide calvaresi1 bisLa Giuria, visti i criteri indicati nel Bando del Premio quali elementi di cui tener conto per la propria valutazione, ha deciso di assegnare il Premio Prospettiva Danza Teatro 2015 a MAP di Davide Calvaresi con Irene Russolillo perché, grazie alla messa in comune di due esperienze artistiche consolidate pur nella brevità del loro percorso, il lavoro evidenzia già in questa fase iniziale la piena capacità di dar vita ad un universo originale di segni e significati, che dimostra un’ottima potenzialità di sviluppo, con esiti promettenti.

L’artista vincitore si è quindi aggiudicato il premio di 5000 euro e l’inserimento di diritto nella programmazione della rassegna Prospettiva Danza Teatro 2016.

La Giuria ritiene inoltre opportuno segnalare:

#FOMO di Valentin Alfery quale lavoro meritevole di giungere presto a compimento stante l’attuale maturità di assetto, per la capacità di declinare temi e pensieri della contemporaneità in un linguaggio sapiente e pur immediato.

Progetto realizzato con il contributo della

Logo CARIPARO 2010