10+1 PIANO ETUDES

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
18/05/2018
19:00 - 22:30

Luogo
Museo Diocesano di Padova

Categorie


ore 19.00
Il corpo della musica. La musica del corpo
presentazione a cura di Roberto Favaro, musicologo e
Vicedirettore dell’Accademia di Belle Arti di Brera

ore 20.45
10+1 PIANO ETUDES 
musica di Philip Glass
Bernardino Beggio al pianoforte
coreografia e danza di Elena Friso
regia di Laura Pulin

I 20 Piano Etudes per pianoforte sono stati composti durante gli anni dal 1991 al 2012. La loro configurazione finale in Libro I (Book I) e Libro II (Book II) è stata determinata dalla musica stessa nel corso della sua composizione. Il Book I (Etudes 1–10) ha avuto un duplice obiettivo: da un lato l’esplorazione di una varietà di tempi, tessiture e tecniche pianistiche, dall’altro intendeva fungere da strumento pedagogico, attraverso il quale io stesso avrei migliorato il mio modo di suonare il pianoforte. Ambedue gli obiettivi sono stati raggiunti pienamente dal Libro I. Ho appreso molto sul pianoforte, e studiando questa musica sono diventato un pianista migliore. In ultima analisi, gli Etudes sono pensati per essere apprezzati non solo dagli ascoltatori in genere, ma specialmente da coloro che hanno l’abilità e la pazienza di imparare, suonare ed eseguire la musica per proprio conto.
(dalla prefazione del volume The Complete Piano Etudes, Chester Music Ltd.) Philip Glass, 20 ottobre 2014

101-glass-etudes-cazzaro-1

Bernardino Beggio
Ha studiato al Conservatorio di Padova, e successivamente in Polonia alle Accademie di Musica di Danzica e Cracovia, in qualità di borsista del Ministero degli Esteri Italiano. Ha fondato nel 1983 il gruppo d’avanguardia Interensemble, e ha iniziato a comporre dopo un’esperienza di molti anni come pianista, direttore e organizzatore musicale. Dal 1983 al 2016 ha partecipato come pianista o come direttore a più di 500 concerti, prevalentemente di musica contemporanea, in diversi paesi d’Europa, America e Africa. Come pianista e direttore ha registrato 20 CD per diverse case discografiche, tra cui Edipan, Artis Cramps, Rivoalto, Taukay, Naxos, Newton Classics. Ha composto musica per formazioni cameristiche e per strumenti a solo, per orchestra d’archi e orchestra di fiati, per la poesia, per il teatro e per il cinema sperimentale. La sua musica è stata eseguita in molti paesi europei e negli USA, e trasmessa dalle radio nazionali di Belgio, Croazia, Romania, Spagna, oltre che dalla Rai italiana. Ha ricevuto commissioni da Theatre Européen de Musique Vivante di Bruxelles, Festival del Flauto and Antidogma Musica di Torino, Festival Musica ‘900 e Senigallia Musica Nuova Festival. È stato membro della giuria del Concorso Internazionale di Composizione Città di Udine fin dal 1998, e presidente della giuria del concorso New Music for New Pianist di Pescara nel 1996. E’ dal 1984 il direttore artistico del Computer Art Festival di Padova.

Elena Friso
Nasce a Padova dove si forma presso la scuola Spaziodanza. Si diploma in danza contemporanea presso la Folkwang Universität di Essen, Germania. Danza per i coreografi: Malou Airaudo, Julio Cesar Iglesias Ungo, Mark Sieczkarek, Laura Moro, Micha Van Hoecke, Laura Pulin. Arricchisce la sua formazione con esperienze di tango argentino, canto, teatro, viet tai chi, flamenco, danceability, danza verticale, tatto interno, che integra anche in coreografie proprie e nelle collaborazioni con artisti dai differenti linguaggi.

Laura Pulin
Diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma, ottiene numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali tra cui Premio Vignale Danza e Premio Amici dello Spettacolo. Docente di danza classica, contemporanea e improvvisazione all’Accademia del Teatro Stabile del Veneto, direttrice della scuola di formazione professionale Spaziodanza e direttrice artistica del Festival Prospettiva Danza per il Comune di Padova. Negli ultimi anni ha firmato la coreografia e la regia di numerosi spettacoli, tra cui Invece del silenzio, Tu che  mi guardi, Canto, La storia inaudita, Sinfonia delle pietre, Dolores Hotel